Progetti

 LO PSICOLOGO NELL’AMBULATORIO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE:
UN PROGETTO DI COLLABORAZIONE

foto

La Psicologia vede la patologia, anche somatica, in rapporto al contesto relazionale del soggetto, al momento del suo ciclo di vita, alle sue risorse per affrontare le situazioni. All’interno di questa visione, il particolare sguardo della Psicosomatica è quello di intendere il sintomo somatico come un tentativo di espressione da parte del soggetto di nuclei di esperienza dissociata, presenti solo in forma implicita, subsimbolica, inconscia: non accessibile (Bucci 1997; Taylor et al. 1997; Smadja 2001; Solano 2009). Il sintomo assume in quest’ottica un valore comunicativo, una ricchezza di significato che necessita di essere compresa aldilà del semplice dato biologico.

Il Progetto prevede la presenza dello psicologo all’interno dell’Ambulatorio alcuni giorni a settimana; i fini principali dello sportello sono di informare la popolazione dell’incidenza dei fattori emotivi nell’insorgenza delle malattie somatiche e di accogliere la domanda del paziente. I pazienti possono usufruire del servizio presentandosi in maniera spontanea al colloquio oppure su consiglio del proprio medico di fiducia il quale reputi utile per il paziente indagare i propri sintomi da un punto di vista diverso. In entrambi i casi il medico e lo psicolgo condividono, in un momento successivo, le proprie prospettive sul paziente in modo che la presa in carico della persona sia globale e che il punto di vista professionale dello psicologo risulti principalmente utile al medico per comprendere alcuni aspetti del proprio paziente secondo un’angolazione differente: il fine principale è quello di integrare le due professionalità per offrire un approccio olistico alla salute.

Al termine dei 3 colloqui e in base all’esigenza dell’utenza, potrà essere effettuato un invio ad un terapeuta socio dell’Associazione ed esperto in disturbi della regolazione affettiva, oppure, al fine di venire incontro alle esigenze economiche degli utenti, saranno attivati gruppi terapeutici. Infine, per i pazienti che in base alla valutazione psicologica svolta dal professionista potrebbero beneficiarne, saranno attivati gruppi di rilassamento con la tecnica del training autogeno, particolarmente indicati per certe patologie somatiche e disturbi ansiosi.

Attualmente lo Sportello è attivo in 8 Ambulatori di Bologna:

  • Ambulatorio di via Parigi
  • Ambulatorio di via Marsili
  • Ambulatorio di via Bentivogli
  • Ambulatorio di via Cherubini
  • Ambulatorio di via degli Orti
  • Ambulatorio di Porta San Vitale
  • Ambulatorio di Via Ugo Bassi
  • Ambulatorio di Via Marconi (Casalecchio di Reno)