IL CENTRO DI PSICOTERAPIA

Molto spesso le malattie o i sintomi di cui soffriamo sono legate allo stress ed alle difficoltà emotive della vita di tutti i giorni. Il più delle volte, però, è difficile riconoscere e attribuire tali motivazioni emotive all’origine della malattia fisica o dei disturbi somatici.

Il diffuso utilizzo di farmaci come panacea di tutti i mali ci induce a pensare che esista un farmaco per ogni alterazione fisica o psichica, e ci spinge a sopprimere i sintomi anzichè provare ad ascoltare il significato di cui essi sono portatori. 

Per questi numerosi casi nei quali può essere riconosciuta una rilevante componente psichica nelle cause di una malattia o in alcuni sintomi, la nostra proposta è quella di interventi psicoterapeutici efficaci e mirati, resi possibili grazie ad una nuova conoscenza neurobiologica del processo psicosomatico e grazie all'integrazione di nuovi strumenti concettuali e metodologici con la pluriennale esperienza della psicoterapia psicoanalitica del paziente psicosomatico.

Alcune di queste problematiche sono trattabili con l’accrescimento e l’arricchimento della relazione medico-paziente, altre e più complesse situazioni necessitano di interventi psicoterapeutici specifici, concepiti in funzione integrativa e comprensiva della relazione medico-paziente.

Ecco alcuni esempi di malattie che traggono beneficio dal supporto psicologico e dalla psicoterapia (clicca sul disturbo per conoscere il nostro approccio):

 

Il Centro Studi e Ricerche in Terapia Psicosomatica offre alcune possibilità di intervento psicoterapeutico:

 

Psicoterapia

Individuale

Psicoterapia di

Gruppo

Meditazione

e

Training Autogeno

individuale e di gruppo

Psicoeducazione in gruppo

MENTALIZZAZIONE

(10 sedute)

PSICOTERPIA INDIVIDUALE

Quando si soffre di qualche disturbo è normale che si presti una maggiore attenzione al proprio corpo e al suo funzionamento. Osservare e ascoltare il proprio corpo non significa soffrire di un disturbo psicologico, ma può diventare una scocciatura non riuscire quasi a pensare ad altro!

Per evitare che una sacrosanta attenzione ai segnali del proprio corpo o una “sana” preoccupazione per qualcosa che ci riguarda, come il lavoro, il futuro, una relazione sentimentale o d’amicizia, si trasformino in una “ossessione”, un buon sistema – che funziona più di quanto la sua semplicità possa far pensare – è non tenerle per sé: parlarne può servire molto sia a “prendere le distanze”, a mantenere questi pensieri e queste sensazioni “al loro posto”, senza lasciar loro la possibilità di invadere tutta la nostra vita, sia a con-dividere la propria esperienza, ciò che si sente e si pensa con qualcuno. Condividere le emozioni con un altro è già di per sè “terapeutico”.

Non è sempre necessario parlarne a uno psicologo, ma certamente in qualche momento una relazione di fiducia con uno specialista può servire.

Può trattarsi di crisi temporanee: a tutti capita di essere meno efficienti del solito, più stanchi o preoccupati e magari scoraggiarsi e diventare rinunciatari. In casi più estremi, le caratteristiche della personalità insieme a condizioni ambientali e di contesto sfavorevoli (ad es. quando non vi sono adeguati supporti familiari o sociali o sufficienti risorse socioeconomiche) possono determinare quadri di disadattamento psicologico gravi e prolungati.

In entrambi i casi, un aiuto specialistico diviene indicato – se non indispensabile.

La psicoterapia è il trattamento dei disturbi emotivi attraverso strumenti psicologici.

Presso il Centro Studi e Ricerche in Terapia Psicosomatica operano psicoterapeuti, medici e psicologi con interesse specifico per le malattie psicosomatiche ed impegnati a promuovere una pratica professionale condivisa basata sulle evidenze scientifiche e sulla verifica dei risultati raggiunti.

 

PSICOTERAPIA DI GRUPPO

La terapia di gruppo è rivolta sia alla cura delle malattie con implicazioni psicosomatiche e sia a persone che non presentino necessariamente sintomi fisici bensì psicologici come ansia o depressione. L’intervento è particolarmente indicato per i disturbi psicosomatici e per coloro che presentino problemi nella sfera affettiva e relazionale della propria vita.

Il gruppo terapeutico favorisce il riconoscimento emotivo e la regolazione affettiva, fenomeni di importanza fondamentale sia nel processo psicosomatico sia in quelle situazioni in cui le proprie relazioni importanti (coniuge, figli, amici stretti, familiari) siano caratterizzati da eccessivo ritiro e freddezza o eccessivo coinvolgimento e rabbia. Il piccolo gruppo ha inoltre la possibilità di stimolare, nella sua dinamica, la profondità della riflessione analitica, favorendo l’accrescersi di un senso di Sé e d’identità coesi, elementi costitutivi di una buona autostima e di una soddisfacente capacità di regolare le proprie emozioni.

Il gruppo è un piccolo laboratorio sociale in cui l'esplorazione interpersonale sincera è permessa e incoraggiata. Una situazione sociale in cui siano incoraggiate interazioni sincere è una grande opportunità per apprendere molte cose importanti su di sé. Non è facile lavorare in questa maniera diretta; anzi questo, soprattutto all’inizio, genera forti tensioni ma è fondamentale perché permette di risolvere completamente le proprie relazioni con gli altri membri del gruppo, per portare poi questa competenza all’esterno. La psicoterapia di gruppo permette di costruire relazioni più gratificanti e di entrare in contatto con emozioni spesso difficili da riconoscere e che favoriscono il determinarsi di un certo tipo di malattie organiche.

I gruppi sono costituiti da un numero di 5 – 10 partecipanti e da un incontro settimanale di un'ora e mezza condotto da una coppia di psicoterapeuti. Tutti i pazienti sono tenuti al segreto e alla riservatezza rispetto ai contenuti che emergono in gruppo.

 

MEDITAZIONE E TRAINING AUTOGENO

(individuale e di gruppo)

La tecnica della meditazione ha la sua origine storica nella filosofia Buddista, nata in India e poi espansasi in tutto l'Oriente, come tecnica utilizzata dai monaci, con lo scopo di allineare il corpo e la mente, rimanendo concentrati su qualcosa o al contrario cercando di svuotare la mente, e raggiungendo così uno stato di consapevolezza senza pensieri, di profondo e diretto contatto con sè stessi, per arrivare all’illuminazione, o sviluppo mentale, stato in cui si è totalmente consapevoli del momento presente, di quello che accade dentro e fuori l'individuo.

Il training autogeno è un metodo di auto distensione mente-corpo che una volta acquisito, praticato ed allenato può essere di sostegno nelle situazioni di difficoltà.
 

La ricerca ha dimostrato la validità delle tecniche a mediazione corporea nel potenziamento del sistema immunitario, il quale è continuamento sotto attacco a cusa di agenti esterni (virus, ma anche sostanze dannose, assunte ad esempio per cattive abitudini alimentari o per regolare lo stress) e soprattutto da agenti interni (emozioni negative come stress, ansia, paura, frustrazione). E' stato dimostrato che entrambi i metodi proposti per la gestione delle emozioni hanno effetti sul nostro cervello, effetti che producono conseguenze nella diminuzione del potere dello stress, e nel decorso di alcune malattie oncologiche, con effetti benefici sulla regolazione della pressione e del battito cardiaco, nell’innalzamento della soglia del dolore, nella maggiore efficacia dei trattamenti medici e nell’importante azione benefica sul sistema immunitario, nervoso ed endocrino.

  • Rilassamento del corpo tramite esercizi di respirazione;

  • Controllo della spinta alla divagazione e ruminazione mentale;

  • Aumento della propria consapevolezza;

  • Focalizzazione sul momento presente;

  • Riduzione dei livelli di stress;

  • Aumento dei vissuti uno stato di profondo benessere psicofisico;

  • Stabilizzazione dell’umore;

  • Aumento di concentrazione e della memoria;

  • Aumento del senso di autodeterminazione;

  • Riduzione del rischio di malattie cardiocircolatorie e degenerative;

  • Diminuzione dell’ansia;

  • Rafforzamento del sistema immunitario;

  • Miglioramento della qualità del sonno.

 

PSICOEDUCAZIONE IN GRUPPO

(10 SEDUTE)

GRUPPI PSICOEDUCATIVI BASATI SULLA TECNICA DELLA MENTALIZZAZIONE

La mentalizzazione è quell’operazione mentale ed emotiva attraverso la quale riusciamo ad attribuire a noi stessi e agli altri pensieri, emozioni, intenzioni, credenze, obiettivi, motivazioni. Questo costrutto è stato messo a punto da Fonagy e coll., psicologo e ricercatore dell’Anna Freud Centre di Londra. La mentalizzazione ci permette di pensare a ciò che gli altri dicono o fanno come qualcosa con un proprio senso che può essere compreso e discusso. La mentalizzazione risulta quindi connessa con l’empatia e con buone capacità relazionali. Uno scarso sviluppo di questa funzione mentale riduce la possibilità di instaurare buone relazioni con gli altri, sia con le persone più significative, come familiari o amici, sia nelle relazioni lavorative o più formali, rendendo il soggetto di fatto più isolato e meno capace di porsi in connessione con gli altri e quindi di trarre sostegno dalle relazioni sociali. L’intervento breve di gruppo basato su questa tecnica ha quindi l’obiettivo di promuovere i processi di mentalizzazione tra i partecipanti, favorendo la capacità di “mettersi nei panni degli altri”. Per raggiungere questo obiettivo, l’intervento prevede l’apprendimento di alcune informazioni sul funzionamento della mente umana e delle emozioni (psicoeducazione), la messa in pratica di role playing volti a migliorare l’empatia e il lavoro attraverso il gruppo su aspetti specifici riguardanti le relazioni umane.

  • Conoscere il concetto di mentalizzazione;

  • Conoscere le principali teorie riguardanti le emozioni umane e la loro regolazione;

  • Conoscere l’impatto dello stress e delle emozioni negative sul corpo e sul sistema immunitario;

  • Imparare a riconoscere le principali emozioni umane;

  • Migliorare l’empatia;

  • Migliorare la propria capacità di entrare in relazione con gli altri;

  • Aumentare la propria consapevolezza.

 

CENTRO STUDI E RICERCHE IN TERAPIA PSICOSOMATICA APS

Sede Legale: Galleria del Toro, 3 - 40121, Bologna

Tel. 339 4532202 - mail. info@terapiapsicosomatica.it

  • Facebook

© 2019 by Make A Centro Studi e Ricerche in Terapia Psicosomatica.
Proudly created with Wix.com